Il mio primo " Swap"


Non e' una parolaccia...!!!! Swap !!
Lo swap, nella finanza consiste nello scambio di flussi di cassa tra due controparti.

E voi direte che c'enra con la cucina ?? C'entra c'entra.. sono un lettore di un Blog " la Mucca Sbronza" e devo dire che Marica e' veramente un vulcano non solo di bravura ma anche di idee, e quando ho visto che bandiva questo Swap mi sono segnata anch'io senza neppure sapere cose fosse.. sara' stata l'aria Natalizia o l'incoscenza ma insomma non vedevo fregature anzi cose belle. Ed infatti cosi e' stato.
Uno Swap non e' altro che scambio di dolci o doni fra piu' persone all'interno di un gruppo.

Sono stata assegnata al gruppo numero 23 insieme ad Imma e Maria Rosaria; una Napoletana e una Calabrese .. Due persone belle come le loro regioni , regioni che conosco abbastanza e che hanno dei piatti unici e buonissimi.... cito solo la "riccia " e "'nduja".

Cosi, pian pianino ho fatto ordine alle idee ed alla fine ho deciso cosa mettere dentro questi pacchi.


Il mio Swapp 2009

Giglietti di Palestrina, Panpepato, Pane del vescovo, Biscotti di Panpepato, Liquore al basilico o Liquore all'arancia.


Ed ecco il tutto come si presentera' agli occhi di Imma e Maria Rosaria.



Pan del Vescovo

Ricetta vecchissima del paese dove ho trascorso le mie estati da bambina Bassano Romano (Vt)Da sempre e' stato il dolce che ha accompagnato il Natale in casa mia.
L'origine e' povera di questo dolce e con grandissima probabilita' si faceva con quello che si aveva in casa ed in effetti a rifletterci bene variava anche negli anni nel senso che a volte ricordo con piu' cioccolata e a volte piu' uvetta: fare un dolce con quello che c'era e comunque nella mia memoria di bambina trovarlo sempre buono.
La ricetta diciamo e' stata tramandata da mia nonna e come succede nelle migliori famiglie la ricetta è stata appuntata su una foglietto alla buona senza un procediento ne nulla.. E pensare che mia nonna mica usava la bilancia quindi tutto ad occhio. Eppure sempre buonissimi i dolci.Mi sono dovuta arrangiare e da queste dose ho tirato fuori il dolce.



Ingredienti

3/4uova
1 etto di uvetta

1 etto di cioccolata
2 etti di nocciole
150/200 gr di zucchero

2 etti di farina

limone grattugiato

1 bustina di lievito


Prima di iniziare il tutto fai ammorbidire l'uvetta passa in acqua tiepida per circa 20-30 minuti. Poi scolala e strizzala.


Sbatti le uova unisci lo zucchero, (se fate 3 uova usate 150 gr altrimenti 4 uova 200 gr di zucchero.. Io gli ho dato questa interpretazione) poi il cioccolato tritato, le nocciole tritate, gratta la buccia di un limone intero poi la farina e per ultimo il lievito.

Il composto che ottieni va bene per una torta di cm 28 o due da 20 come ho fatto io. Metti nel forno riscaldato a 190°-200° e cuoci per circa 3o minuti massimo. Ecco da qui si va ad occhio.

Io ho fatto cuocere per 30 minuti tranquillamente poi visto che si stava scurendo ho coperto con carta alluminio ed ho continuato la cottura a 180°. Insomma dal trentesimo minuti andate ad occhio, nel senso si cuoce come si faceva una volta stuzzicadenti e capite se dentro e' cotta. Fate attenzione che essendoci l'uvetta potrebbe apparirvi cruda!!

Una volta cotta e fredda non si consuma subito. Va messa dentro una busta di plastica per qualche giorno. Non ammuffisce tranquille. La torta resta secca perchè non c'e' burro e quindi deve ammorbidirsi e prendere sapore. Direi di preparala 5 giorni prima tranquillamente. Per mantenerla dentro un sacchetto di plastica va benissimo.





Giglietti di Palestrina
Ingredienti: 1 uovo, 150g di farina , 80 g di zucchero, 1 cucchiaino raso di lievito per dolci
 
per aromatizzarli ci sono varie opzioni:
scorza grattugiata di 1/2 limone
semi di anice (come prevede la ricetta originale)
gocce di cioccolato
gocce di cioccolato e nocciole

In un recipiente metto la farina a fontana, l'uovo e lo zucchero aggiungo la scorza di limone e il lievito e impasto . Per la forma a giglietto bisogna fare un rotolino a cui si da una forma a v e si attacca un pezzetto finale della v come codina. A me sono usciti cosi...

Biscotti di Pan pepato di Alda Muratore


(dose x 1 casetta e 2 teglie di biscotti - se si vuole fare solo 1 di queste cose, dimezzare le dosi)
200 g burro
500 g miele (possibilmente aromatico, non industriale)
250 g zucchero
almeno 3 cucchiaini di spezie in polvere (1/2 cucchiaino x ciascuno di: cannella, zenzero, chiodi di garofano , anice), noce moscata (poca)
1 bustina di lievito tipo pane degli angeli
15 g cacao
1200 g di farina
2 uova
Mettere in una pentolina il cacao e lo zucchero setacciati insieme; il miele, gli aromi e il burro a pezzetti ; fare fondere insieme a fuoco basso, amalgamare e far raffreddare a temperatura ambiente (non deve indurire). Mescolare la farina e il lievito in una terrina capace, fare il pozzo nel centro, battere leggermente le due uova, metterle nel pozzo, mescolarle con un po' di farina e aggiungere il composto di miele tutto in una volta; con il cucchiaio di legno o le fruste a gancio amalgamarlo con la farina, poi continuare ad impastare con le mani o nel robot da cucina. Quando la pasta è ben liscia, metterla in una terrina, coprire con pellicola trasparente e fare riposare una notte o mezza giornata. Stendere la pasta non troppo sottile (5-7 mm) e ritagliare le forme; per il buchino attraverso cui far passare il filo per appenderli, inserire un pezzo di stuzzicandenti e lasciarlo per tutta la cottura. Cuocere a forno moderato (180-200 °C) per 15', senza lasciare brunire. Importante è la decorazione: glassa bianca o cioccolato, zuccherini colorati o argentati, canditi. Attenzione a non cuocerli troppo: diventano duri per effetto del miele. Meglio sfornarli appena morbidi, poi induriscono comunque. Se la decorazione è fatta con la glassa, meglio farla subito prima di appenderli; se invece li decori con mandorle e canditi, puoi farlo prima della cottura (le mandorle non devono dorarsi in cottura). Farli raffreddare su una gratella e quando sono ben freddi conservarli nelle scatole di latta fino a Natale. Appenderli all'albero non più di 8 giorni prima, per evitare che prendano polvere.



Pan Pepato

200 gr. di miele - 150 gr. di farina - 150 gr. di noci (sgusciate) - 150 gr. di noccioline - 150 gr. di mandorle - 150 gr. di uva sultanina - 150 gr canditi misti - 100 gr. di cacao - 100 gr. di cioccolata fondente - 15 gr. di caffè solubile - 100 gr. di zucchero - 50 gr di Pinoli - mezzo bicchiere di acqua - pepe q.b. - noce moscata e cannella - due tazzine di caffè.

Utilizza una pentola dai bordi alti per sciogliere a fuoco basso i seguenti ingredienti e in questo ordine: miele, cioccolata, zucchero, caffè con l'aggiunta del caffè solubile, cacao e infine, "aromatizza" con pepe, cannella e noce moscata. Mescola con cura e aggiungi i pinoli, l'uva passa, le noci, le noccioline, le mandorle e i canditi. Versa l'acqua e mescola aggiungendo poco alla volta la farina fino a quando il composto non avrà assunto un aspetto compatto e omogeneo.
Svuota tutto il contenuto della pentola su di una tavola per impasto e, aiutandoti con il coltello, seziona parte del composto per creare dei panetti.La lavorazione è eseguita con il composto ancora tiepido (non freddo!!!); per lavorare meglio i panetti vi suggerisco di "sporcare" le mani di farina. Metti i panetti su di una teglia e, in forno già caldo, cuoci per 20 minuti a 160°.



Questo invece e' quello che mi ha spedito Maria Rosaria.


Cachi del suo albero, Biscotti glassati, Nzulli e 3 vasetti con salsa vegerariana, funghi e marmellata di more ed infine una centrino fatto da lei .. Bellissimo!!!




....E lo swap di Imma.


Biscotti Otto, Panettoncini , Muffin triplo gusto, Chocolate cookies, Zucchero a velo rosa e altro...

Che altro dire grazie a Marica dell'iniziativa e grazie ad Imma e Maria Rosaria per i buonissimi dolcetti.
Alessandra.................Bon Apetit !!!!

8 commenti:

dolci a ...gogo!!! ha detto...

tesoro eccoti qui con i nostri swapp!!!!che dire alessà davvero spero di cuore di nn perderci perche a volte è proprio cosi che nascono delle belle amicizie e sia tu che maria carmela siete speciali!!adesso nn ci resta che aspettare queste bontà che ci hai preparato!!!un bacione grande e voglio un resoconto dettagliato del tuo splendido viaggio quando tornerai!!!!bacioni e buon natale di cuore ma di sicuro avremo ancora modo di augurarci un felice natale!!!

Cuoca a tempo perso ha detto...

Grazie mille Imma.... sei troppo troppo carina.. Un abbraccio a prestissimo

Duchess of Tea ha detto...

Darling, you have a delicious blog and a new follower...me. I will be back soon.

Love & Hugs
Duchess

Cuoca a tempo perso ha detto...

Cara Duchess I am honored to have you in my blog .... I saw your blog and it's fantastic in one word spectacular! Thanks Alessandra

Patrizia (melagranata) ha detto...

My dear little sister!
Che meraviglia!
Swapp, amiche nuove, contatti internazionali!!
In un mese hai fatto davvero miracoli!!!
Bellissime queste ricette, annotate, grazie!
Un abbraccio
Your BIG Sister :))

Cuoca a tempo perso ha detto...

a Patry me fai morì... E' grazie a voi che succede il miracolo..!!!

Anna Luisa e Fabio ha detto...

Alessà che belli questi dolci!!! Decisamente dei fantastici doni natalizi ;-)
Anna Luisa

Patrizia (melagranata) ha detto...

AUGURI!!AUGURI!!AUGURI!!
Buon compleanno, Sorellina!
Felicissima giornata!
Baci
P.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...