Fregula con Lenticchie all'onda





Quando parliamo di Fregula della tipica pasta Sarda parliamo di una pasta simile al cuscus israeliano. La Fregula è disponibile in diverse dimensioni, e consiste tipicamente di semola pasta che è stato arrotolato in palline di 2-3 mm di diametro e tostate in forno.
E partendo da fatto che l'avevo in dispensa e che mi era stata portata da Cristina ragazza sarda proprio questa estate mi è presa una volta di provarla anzi direi di riprovarla in una leggera versione, come se fosse un risotto e quindi via di prove.







Fregula con Lenticchie all'onda






Lenticchie, Fregula, Olio evo, Sale Himalaya, Menta, Pecorino Romano, Brodo vegetale

Come prima cosa ho fatto bollire un po' di lenticchie ( ne ho fatte di piu' rispetto a quelle che poi ho usato) con odori ed una volta cotte le ho ripassate con una base di pomodoro olio, aglio .

Per fare il mio piatto anche se ad occhio ho usato 4 cucchiai di lenticchie ripassate nel pomodoro messe in una pentola insieme a 3 cucchiai di fregola e poi ho aggiunto 2 mestoli di brodo vegetale fatto in precedenza con sedano carota e cipolla. Ho continuato a cuocere la fregola sino a cottura della stessa che avviene in circa 15 minuti aggiungendo brodo , ma non tanto perche' non volevo fare una minestra ma ottenere un risotto.



Non ho mai salato la fregola in realta' ho lavorato salando solo il brodo facendo attenzione a non usarne troppo.



La cosa che mi e' stata insegnata da Cristina quando la fece a casa mia, e' che quando la fregola e' praticamente cotta va fatta riposare per alcuni minuti con un coperchio.



E cosi ho fatto io !



Ho portato a cottura , meno 1 minuto, la fregula e poi ho spento il fuoco ho aggiunto pochissimo brodo e fatto riposare la fregola. Dopo circa 3 minuti ho mescolato velocemente la fregula facendo in maniera di incamerare aria provando a fare insomma quello che si fa con il riso all'onda.




Ho messo il mio Risottofregula nel piatto ho battuto sotto per renderlo perfettamente piatto e l'ho servito con un trito di menta e un poco di pecorino.











La menta rinfreschera' questo piatto tipicamente autunnale e il pecorino conferisce al piatto uno sprint di salinita' in piu', decisamente buono.










Alessandra.........Buon Appètit !!!
SHARE:

Crema di Cipolle Rosse e Patate Americana

 
E' proprio li caso di dire e meno male.. Per lo meno per me.
Avete notato che lentamente anzi altro che lentamente, velocemente le giornate si sono accorciate aime' e che anche durante il giorno fa caldo ma alla sera una leggerissima aria fresca inizia a fare capolino dentro le nostre case.
E cosi iniziamo anche a ricoprire un po' meglio il letto. Eh si perché' nel periodo estivo mettivi il lenzuolo sotto e basta , con tutto quel caldo che faceva nn avevi voglia di coprirti .. altrimenti tutto ti si appiccicava addosso.
Invece adesso e' il momento giusto per mettere anche il pezzo sopra e di ricominciare a variare le nostre abitudini alimentari.
Vabbe' non dico di andare subito con robe pesanti pero' pensare di introdurre nuovamente delle zuppe, minestre e cremine magari saporite ma leggere, tipidine e non calde non e' male. E cosi proprio ieri sera mi sono metta a spignattare in cucina perché' mi era venuta una voglia di zuppa.
In realtà avevo voglia di una bella e buona zuppa francesce con tanto burro e cipolle.. ma poi ho detto : " No Ale!! ma sei fuori??!! Cipolla si ma light e cosi andando a vedere cosa avevo in dispensa ho fatto questa gustosa crema.
 
Crema di Cipolle rosse e Patata dolce Americana 
Cipolle Rosse di Tropea 2
Patata Americana 1
Sale Rosa Himalaya
Pepe in grani
Burro 1 etto circa
olio evo
Brodo vegetale
Ho fatto appassire la cipolla tagliata a fettine e la papata dolce americana con il burro e l'olio, pepe in grani e l'ho fatto andare per circa 10 minuti a fuoco basso Facendo cosi la cipolla si appassita molto bene addirittura un accenno di caramellizzazione e nello stesso tempo la patata si e mezza cotta.
Ho concluso la cottura aggiungendo del brodo vegetale, fatto con la carota e sedano. Attenzione io ho salato il brodo vegetale e non la cipolla... e fate attenzione che il sale dell'himalaya sala.
Quando la patata a finito di cuocere ho fatto la crema con il pimer ad immersione. A seconda della densita che la volete potete aggiungere brodo vegetale.
Va mangiata assolutamente tiepida !!!

Buona gustosa perfetta in questa stagione.

Alessandra................Bon Appétit!!!
SHARE:

Un po' di leggerezza

Riprendiamo i lavori sul Blog ! Sono passate un po' di settimane e devo dire che queste ferie sono state bellissime e particolarmenti coinvolgenti al punto di farmi dimenticare del mio blogghino come direbbe Simone Rugiati.
Ma dato che io sono una tipa che quando si mette in testa una cosa la porta al termine e il mio blog mi piace anche perche' non lo vedo come un impegno ma un bel diversivo per entrare in contatto con un mondo infinito di persone, eccomi qui di fronte alla schermata a scrivere.
Dunque che dire tante novita' after this Holiday.. cambiamenti in me e sicuramente nel mio modo di cucinare e procacciarmi gli alimenti.
Sara' che in USA ho usato ed abusato di sostanze deliziose come Burro di noccioline proposto sotto tutte le forme dai candys, ai salati e chi più ne ha più ne metta, o forse era gia' dentro di me una trasformazione con utilizzo di prodotti più' ricercati da qui l'utilizzo sempre piu' di prodotti SlowFood e/o forse avevo semplicemente voglia di cambiamento che insomma mi sto trasformando da una tradizionale onnivora che mangiava proteine animali circa 1-2 volte alla settimana da una persona che non le mangera' piu' andando anche a prediligere prodotti Bio. Perche'? Boh ma il processo e' ancora piu' a 360° altri cambiamenti che circondano la mia sfera emozionale stanno entrando in circolo vediamo che succede..Mi piace farmi prendere dagli eventi...

Quindi non e' che non ho cucinato. Mi sono concentrata su lievitazioni salate e dolci ma peccato che non ho scritto neppure una minima dose dei prodotti utilizzati quindi mi ritrovo foto senza ricette . Mi viene da ridere anzi rido perché in altri momenti non sarebbe mai accaduta una cosa del genere. Io cosi rompina su questo aspetto: ma in fondo che c'e' di male in un po' di leggerezza ??!!
Vediamo come questa trasformazione impattera' sui piatti e sul cucinare.. Sono molto combattuta su come gestire alcune cose ma il tempo mi chiarira' il tutto.


Insalata Energizzante








Insatatina, Feta, La Roveja Presidio Slow Food, Fichi del contadino, Cipolla di Tropea, Mele Bio, Finocchio Bio, Sale , Pepe e il mio Olio Evo di Bassano che altro dire un ottimo pasto unico leggero per riprendere la stagione di settembre a pieno ritmo , un piatto pieno di energia e vitamine.

Abbinate il tutto a questo



Pane ai semi di Lino


Farina tipo 00 Bio, Semi di lino Bio e Lievito madre.


Alessandra...............Bon Appétit !!!
SHARE:
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
pipdig