Vi presentiamo I-Kitchen

Come molti sanno la mia sorella Patrizia Bosso di lamelagrata, ha curato insieme alla casa editrice Libero di scrivere , un libro nel quale tutti noi abbiamo partecipèato donando una ricetta per una giusta e bella causa.
Ricostruire e cmq fondi per la casa Famiglia Casa Famiglia Gulliver, di Rocchetta Vara (Sp), che nell'ottobre scorso a seguito delle alluvioni in Liguria, hanno perduto tutto.
Ci siamo mossi in molti per dare una mano a Patrizia e le ricette da quello che sono fioccate da tutte le parti d'Italia e mondo .
Il tutto e' stato raccolto in questo libro che vi consiglio di acquistare e ricordate che i proventi andranno direttamente alla Onlus Gulliver per la ricostruzione.. Ma vi lascio sotto il comunicato stampa per meglio capire.

Cliccate sul disegno ed acquistate !!!!!



Vi presentiamo “i-Kitchen +250 blog ricette tranquille per ragazze e ragazzi scatenati” Per ragazzi allegri, sani e scatenati, per giovani pigri e sonnacchiosi, per quelli arrabbiati e nervosi, per bambini svogliati, per adolescenti sportivi, per gli impegnati, gli introversi e i burloni, più di 250 ricette che danno il buonumore, fanno bene allo spirito e alla salute, riportano la serenità in famiglia. Gli autori sono, prevalentemente, food bloggers appassionati e generosi, che hanno messo a disposizione la loro esperienza, la loro competenza e la loro fantasia per creare una raccolta variegata e ricca di piatti allegri, saporiti, sani, spesso insoliti, sempre deliziosi. Le ricette che cucinerete ai vostri ragazzi, ne aiuteranno altri in difficoltà: sono i piccoli della Casa Famiglia Gulliver, di Rocchetta Vara (Sp), che nel corso della recente alluvione in Liguria, hanno perduto tutto.

Il 25 ottobre 2012 una pioggia violenta e interminabile flagella l’estremo Levante della Riviera Ligure, mettendo in ginocchio paesi e borghi bellissimi, come Monterosso e Vernazza. Una valanga di acqua e fango si abbatte anche sulla Valle di Vara, travolgendo tutto, portando via con sé vite umane, distruggendo abitazioni, inghiottendo oggetti, ricordi, sicurezze. In un’intervista vista al telegiornale, mi colpiscono le lacrime di dolore di una giovane donna, che racconta la tragedia che ha devastato la casa dove si trovava, e che non parla del suo terrore, della sua sofferenza, ma di quella dei bambini di cui si occupa. La giovane donna dell’intervista è Paola, responsabile con Fiorella di una Cooperativa Sociale, che si prende cura di anziani, disabili e di venti bambini accolti in due Case-famiglia, due Comunità Educative in cui i ragazzini, già tanto provati dalla vita, potevano trovare calore e speranza per il loro futuro. L’alluvione ha reso pericolanti e invivibili le strutture, ha trascinato con sé auto e pullmini per i trasporto di bimbi e disabili, ha spazzato via abiti, giocattoli e tutte le scorte di cibo. I bambini sono stati portati al sicuro, di notte, prima guadando un fiume e poi con gli elicotteri. Non si può restare inermi, di fronte al dolore. Nasce così l’idea di un filo di solidarietà, un filo robusto e forte, che passi attraverso le mani laboriose dei food blogger: raccogliere tante, tantissime ricette e farne un libro, i cui proventi vadano ai bambini della Casa Famiglia. La risposta è immediata generosa e potente: centinaia di food blogger si mettono ai fornelli. Attraverso le velocissime strade del web, il filo di solidarietà si dipana, davvero, in tutto il mondo: arrivano ricette e aiuti da ogni angolo d’Italia, da molti Paesi Europei, dal Nord e Sud America, dalla lontana Arabia Saudita. Tutti insomma offrono la loro esperienza e il loro affetto Liberodiscrivere® edizioni ha deciso di pubblicare il volume “i-Kitchen +250 blog ricette tranquille per ragazze e ragazzi scatenati”. Gli autori delle ricette devolveranno i loro diritti per contribuire a una raccolta di fondi da destinare ai bambini della Casa Famiglia gestita dalla Cooperativa Sociale Onlus Gulliver Borghetto di Vara (SP).

Patrizia Bosso
ideatrice del progetto curatrice del libro

Titolo
i-Kitchen +222 blog ricette tranquille per ragazze e ragazzi scatenati

Autore AA. VV. e Patrizia Bosso
Genere Cucina
Pubblicata il 18/02/2012
Editore Liberodiscrivere® edizioni
CollanaFuori collana N. 122
ISBN 9788873883807
Pagine 304

Alessandra .... !!!
SHARE:

Cappellacci con Ricotta di Capra... e Estate (Odio l'estate) di Bruno Martino

ESTATE SEI CALDACOME I BACI CHE HO PERDUTO SEI PIENA DI UN'AMORE CHE E' PASSATO CHE IL CUORE MIO VORREBBE CANCELLAR
ESTATEIL SOLE CHE DI GIORNO CI SCALDAVA CHE SPLENDIDI TRAMONTI DIPINGEVA ADESSO BRUCIA SOLO CON FUROR
TORNERA' UN'ALTRO INVERNOCADRANNO MILLE PETALI DI ROSE
LA NEVE COPRIRA' TUTTE LE COSE E FORSE UN'ALTRA ESTATE TORNERA'
ODIO L'ESTATE........
Non ricordo la circostanza con la quale mi sono scontrata con questa canzone...forse un film o boh, resta comunque il fatto che l'ho trovata o forse per meglio dire ritrovata stupenda e per me attualissima.L'estate, le rose ed alla fine anche la neve.. insoma un legame del cavolo o no ??!!! ( mi sono fatta la domanda e mi sono risposta da sola !)e cosi presa tra la neve che invadeva Roma, e chissa' che altro mi frullava in testa, mi sono ritrovata in cucina a pensare a come rendere onore ad una canzone del genere. Presa tra varie situazioni ho pensato a qualcosa di caldo e lungo nella preparazione e cosi tra una nevicata e l'altra insieme ad un amico e complice un pranzo mi sono lanciata in una cosetta lunga a "quattro mani.."
Della serie tu stendi la pasta ed io penso al resto !! Cosi tra bacchettate di sfoglia piu' fine e dischi piu' o meno grandi sono usci 94 pezzi di...
Cappellacci con Ricotta di Capra ed Erba Cipollina

Per la sfoglia
10 Uova Bio , 900 gr di farina 00
Per ripieno
 Ricotta di Capra, Ricotta vaccina, Pecorino Romano Q.B., Erba cipollina, Noce moscata, Pepe, Sale q.b.
Per condimento
Lime, Menta Romana, Salvia
Fatta la sfoglia (e spero non mi chiediate come si fa', perche' so che siete piu' che capaci...) e' stato preparato il composto con ricotta di capra 500 gr, 100 gr di ricotta vaccina erba cipollina, noce moscata, sale, pepe qb e pecorino romano circa 3 cucucchiai ( il tutto poi e' soggettivo alla sapidita' del pecorino).
Per fare i cappellacci ho utilizzato un coppapasta di circa 8,5 cm di diametro e pasta tirata fine.( ma non diciamo al mio amico altrimenti mi lincia !!)
Condito il tutto con Burro di capra, menta romana, salvia e lime.
Il risultato buono, caldo avvolgente e delicatissimo.

Alessandra.................Bon Appétit !!!!
SHARE:

Tiramisù al Passito di Pantelleria :2 Bicchierini e una Golosità !

tiramisu' al passito do pantelleria alessandra ruggeri Forse doveva essere questo il post appropriato per la festa degli innamorati, ma dato che io ci credo tutto l'anno l'altro giorno presa da un attacco di golosita' ho fatto una cosa sciue' sciue' ma di una golosita' estrema.
Tiramisù in bicchierini

Parlare di ricetta mi fa sorridere perche' forse parliamo del dolce piu' fatto e conosciuto in Italia e forse anche all'estero.. Fatto in tutti i modi con il caffe', le fragole, con yogurt, pavesini e tanto altro ma alla fine lo chiamiamo tutti Tiramisu'.

La mia prevede montare i soli tuorli 4 con circa 100 gr di zucchero di quello finissimo e quando sono belli montati e spumosi ci aggiungo del liquore, dal ron , al cognac io ci ho messo del passito di pantelleria, avevo quello in casa, e direi che qui andate a gusto, 1,2 ma anche 3 o 4 cucchiai e poi lentamente aggiungo 200gr di mascarpone.
La crema ottenuta passatela in frigo per mezza giornata.
Al momento di servire ho spezzato mezzo savoiardo dentro il bicchierino ho versato un mix tra liquore di caffe' e caffe' caldo, versare il giusto insomma imbevete il savoiardo.
Riempito il bicchierino di crema ho poi come da copione spolverato sopra il cacao amaro.
Difficile vero ??!!

E' stato il predolcino che ho servito alla cena (poi diventato pranzo per la neve ) di settimana scorsa.
Insomma buono dolce e leggermente alcolico.. che altro dire
2 Bicchierini con una passione in comune, la Golosita'.

tiramisu alessandra ruggeri
Alessandra..........Bon Appétit !!!
SHARE:

Torchon Salati per tutti


Tutti pronti a festeggiare il San Valentino e come in tutte queste ricorrenze si spenderanno un botto di soldi per allietare, meravigliare e diciamocelopure per farci perdonare tante cose.
Forse proprio spinta da cio' dal fatto di non spendere soldi e forse perche' dovevo tenere impegnate le mani ho deciso di fare queste piccole meraviglie da dedicare a chi si ama a chi si odia.. ma insomma per tutti e per tutti i momenti
Io li ho proposti come cestino del pane per una cena con amici andata in onda proprio questa sera.. e come immagino non ci staremo a creare molto il problema di innamorati o no ci consciamo da .. o mio Dio da 30 anni si puo' dire.. !!!
Cmq divertente e' una cena che ho organizzato da circa 3 settimane proprio con la voglia di fare qlcs per questo quasi San Valentino.



Torchon salati


200 gr di lievito madre
400 gr di acqua
300 gr di semola di grano duro
300 gr di farina 00
la punta di un cucchiaino di sale fino

Qualche giorno fa mi e' capitato di guardare la Sara Papa su Sky che faceva queste da lei definite "frustine" e mi sono piaciute, quindi non ho fatto altro che ripetere la ricetta e devo dire buona buona, sfiziosa, sfiziosa ma non perdiamo tempo e cominciamo ad impastare.
Fate sciogliere il lievito madre con l'acqua appena tiepida aggiungete poi le due farine rigorosamente setacciate. Lavorare almeno per 5 minuti con i pastatrice. Poi versate il composto in una ciotola leggermente oliata.
Lasciate riposare il composto sino al raddoppio, nel mio caso e' avvenuto in circa 5 ore.
Passate le 5 ore vedrete che il composto stato lievitato , e con delicatezza giratelo e versatelo fuori dalla ciotola su un piano di lavoro infarinato.
Stenderlo inizialmente a mano e poi con il mattarello : tirate la pasta fino circa 1/2cm..
Ma non cercate di essere precisi perché' potrebbe rompersi la pasta.

Ripieni

Qui potete sbizzarrirvi come meglio preferite. Io visto che ho deciso di farli all'ultimo e non avevo fatto la spesa ho aperto la dispensa ed ho fatto con quello che avevo in casa e quindi con:

Pecorino Romano e pepe
Olive taggiasche
Carciofini
Sale nero delle Hawaii

Stendete la pasta formando una bella forma il piu' rettangolare possibile a questo punto si procede al riempimento.
Spolverate di olio la pasta mettere su una parte della pasta sopra il pecorino e grattugiato il pepe.
Prendere i taglia pizza e tagliate a strisce la parte ripiena: a questo punto ripiegate la pasta su se stessa e poi lentamente arrotolatele su se stessi facendo proprio il torchon.
Giocate con il resto della pasta come meglio volete nel riempirla e poi come sopra piegate la pasta e attorcigliatela.
Cuocere in forno per circa 25 minuti a 180°.



Alessandra...............Bon Appétit !!!
SHARE:

Polenta, Funghi, Taleggio e una bella Coperta.





E dopo la neve cos'altro poteva accadere.
Ma a parte congelarsi dentro e fuori casa assolutamente nulla. La caduta della neve ha lasciato un silenzio spettacolare ma quasi funereo al punto che i pensieri girano velocemente dentro la testa: e non girano solo le cose brutte o belle , girano anche le ricette e quindi cosi era gia' da un po' che avevo delle voglie speciali culinarie che sono poi sfociate appunto nella polenta.
Ci sta proprio bene, una bella polenta un bel bicchiere di vino e poi una bella coperta.
Ecco sulla coperta potremo aprire un grandissimo capitolo.
La mia coperta la vorrei grande, avvolgente dal tessuto caldo e forte allo stesso tempo con magari un buon profumo che mi rilassi che ne so magari del patchuoli.... insomma una bella coperta pronta a prendersi cura di me in queste giornate fredde e lunghe.
Ma basta con distrazioni gustiamoci una ricetta tradizionale ma sempre al top.


Polenta con Funghi ,Taleggio e Pecorino


per 2 persone


Acqua 600 ml
Polenta 170 gr
Funghi misti circa 350 gr
Taleggio 120 gr
Pecorino 2 cucchiai grattugiati
sale qb
olio evo
3 spicchi d'aglio


Mette l'acqua a bollire con 1 pizzico di sale e quando va a bollore aggiungere lentamente la polenta.

Ecco qui potete fare in due modi : il tradizionale dove mischiate quella fine con quella bramata oppure se invece avete poco tempo , ma solo in questa situazione, e' ammessa quella rapida che cuoce in pochi minuti.

Ma torniamo alla polenta cuocetela per circa 50 minuti e cmq fino a cottura girando girando girando girando...
Nel frattempo mettere in padella dell'olio con 3 spicchi d'aglio poi aggiungete i funghi e fateli cuocere.
Quando la cottura della polenta e' fatta aggiungere il taleggio tagliato a pezzetti e le due cucchiaiate di pecorino e continuate a mischiare finsche non sara' sciolto.
Quando e' pronta mettetela sui patti di legno adagiatevi sopra i funghi, il loro sughetto una spolverata di pecorino e personalmente una bella grattugiata fresca di pepe nero.




Che altro dire.... ma direi nulla accomodatevi, fatevene un piatto e buona coperta a tutti....


Alessandra Bon Appétit !!

SHARE:

Vacanze sulla Neve a Roma.


Alla fine dopo tutto sto gran parlare anche a Roma e' arrivata la Neve. Dopo una cenetta con amici proprio ieri sera rientrando a casa ore 00.13 cominciava a fioccare la prima neve anche a Roma Sud.
Si e' il caso di dividere Roma in due parti : la parte Nord che era stata gia dal primo pomeriggio colpita dalla neve e che a detta di qualcuno , ha fatto un gran casino, tra traffico congestionato e gli spazzaneve del tutto inesistenti, e quella Sud dove abito io che proprio non ne voleva sapere della neve.

E invece in barba a tutti e tutte a mezzanotte proprio nell'ora delle streghe, il tempo ha deciso di regalarci questo spettacolo.
Non voglio entrare in merito con le polemiche di queste ore tra Alemanno e la Protezione Civile, lascio a voi tutti i commenti.
Fortunati i turisti che hanno avuto l'opportunita' di vedere Roma in una veste diversa: forse un po' incasinata ma con questo manto che gli da un fascino che forse , ma dico solo forse , New York riesce a tenergli testa.
E quindi nella speranza che prossimamente riesca a trovare la neve a New York vi lascio alcuni miei personali scatti.
Si Perche' oggi alla faccia di Alemanno con la mia mitica macchinetta e le mie gomme invernali alle 9.30 passavo a prendere i miei e partivo alla scoperta della mia citta' innevata.

































Buona Visione............. Alessandra !
SHARE:
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
pipdig