Stracciatella alla Romana

.... e speriamo di stracciarlo !!!Siamo arrivati alla fine.Oggi si sapra' chi vince e chi perde nelle nostre elezioni politiche e cosi un po perché pioveva ,perche' era freddo , perche' dovevo studiare e sperimentare,  un po' per scaldarmi in caso di sconfitta, sabato mi sono svegliata alle 08.00 ho fatto spesa e cucinato per circa 6 ore.
Dovevo scaricarmi ma alla fine ne e' valsa la pena.
Mi sono essenzialmente concentrata su  preparazioni lunghe come i fondi e cosi da un fondo ad un brodo ho fatto la stracciatella.
Forse non tutti sanno che lentamente questo piatto si sta aimé dimenticando infatti si fa sempre piu' di rado ma una volta La stracciatella  si serviva proprio, nelle trattorie prima delle varie portate in occasione delle feste importanti, dei matrimoni , comunioni.. etc.
L'origine del piatto non abbiate dubbi e' contadina che deve il nome alla preparazione delle uova, che vanno sbattute, cioè appunto “stracciate”.
E nella speranza di stracciare i burattini della politica ve ne offro un piatto.


Stracciatella alla Romana 


Per 6 persone

1,5 lt di brodo di carne

6 uova

150 gr di parmigiano

1 mazzetto di maggiorana

1 limone


Il brodo di carne

Preparare il brodo di carne facendo da prima sbianchiere le ossa : spurgate le ossa mettete in una pentola le ossa sbianchite, 1 cipolla,  2 ossa ( dipende dalla grandezza) 800 gr di girello , ½ pollo ruspante , 100 gr di sedano, 100 gr di carote con circa 8 lt di acqua

Portate a bollore e quando inizia a bollire aggiungete , mazzetto aromatico (salvia, rosmarino, timo) e date una prima salatura. Dopo circa 10 minuti togliete il mazzetto aromatico.

Il brodo deve bollire per circa 3 ore.

La stracciatella

Filtrate il brodo in una pentola ed eventualmente aggiustate di sale. Sbattete le uova e il parmigiano con una frusta aggiungete la maggiorana tritata finemente e la buccia del limone grattugiato.

Quando il brodo bolle versare le uova nel brodo e continuare a mescolare con la frusta ; all'inizio sembra non bolla piu' tranquilli al massimo potete alzare un poco il fuoco  ma non temere dopo 2 minuti l'uovo si sara' coagulato.



E' evidente che la carne utilizzata per il brodo non dovrebbe essere mangiata perche' e' stata cotta a lungo ma verra' comunque utilizzata perche' nulla si butta in ricette molto easy o molto povere ma questo e' un'altro post.  

 Alessandra..............Bon Appétit !!!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...