Freschezza e Colore : Carote Viola

Questa si che e' bella.
Il viola rimane tra i miei colori preferiti e la carota viola sposa in pieno tutto , colore e cucina.
Nel passato c'e' stata  la patata viola ma quando poco tempo fà sono stata al supermercato e guardando nell'ortofrutta ho visto questa  carota non ho saputo resistere e l'ho comprata.
Certo anche perché pensare in questo periodo di accendere troppo il forno gia' mi viene da sudare: non dico che non lo accendo infatti proprio stasera ho in programma un panpizza e quindi lo accendo pero' se posso faccio cotture veloci o meglio se faccio non cotture come questa.
Ma la cosa piu' divertente e' sapere che in origine la carota  era viola. Originaria del nord Africa, oramai è noto che la carota in origine fosse viola e che poi in onore della Guglielmo d’Orange fu trasformata in arancione questo intorno al 1500.
Ma la cosa piu' importante e' sapere che e' un alimento particolarmente  ricca di polifenoli, flavonoidi e in particolare antocianine, sostanze antiossidanti presenti anche nel vino che fanno bene alla circolazione e che combattono i radicali liberi.
Ma non esiste solo la carota viola. C'è la
La carota arancione, che contiene la vitamina A e fa bene alla salute, poi la carota gialla ricca di luteina, vitamina che protegge la macula degli occhi; poi la carota bianca e rossa che sono meno interessanti dal punto di vista nutrizionale.
Non si trovano abbastanza facilmente almeno per me, ho provato a ricercarle ma nulla  e quindi mi sono fatta una vera e propria iniezione di vitamine.

Insalata di Carote Viola

Carote viola, rucola, un mix di basilico, maggiorana e mentuccia , olio Evo , Sale, Senape in semi, Aceto di mele, Peperoncino in fili

Lavate  le carote e poi tagliatele con l'economo e cosi otterre delle bellisime fettine sottili.
Fate la vinagrette con la senape il sale ,l'aceto l'olio e  condite sole le carote viola.
In un piatto da portata mettere sotto la rucola con il  mix delle erbette aromatiche poi le carote e per guarnire sopra  il peperoncino in fili e basilico.

Perfetta per aspettare Caronte che tra poco si affaccera' su  Roma !!


Alessandra........Bon Appétit !!!
SHARE:

Manualità nella creta e non solo

Oggi cambiamo materia, nel senso che no parleremo di cucina ma bensì di quello che possiamo fare sempre con le dolci manine ma che trattano altri prodotti tipo creta e fettuccia.
Questo perche' ho una sorella che si e' brava a cucinare, ma decisamente da sempre lei e' stata brava con uncinetto, lavorazioni creta e tanto altro.
Ricordo da sempre lei durante il periodo estivo a lavorare uncinetto , a fare centrini, tovaglie orli per asciugamani e tutto quello che puo' essere lavorato con le mani: io al contrario sempre con le mani in pasta a cucinare e come diceva mia nonna : Ale te e il cucire o ricamare o tenere i ferri proprio due cose opposte , non ci riesci proprio non ti viene ".
Eh si mica posso essere perfetta su tutto !! :0)
Quindi oggi faccio un po' di pubblicita' al suo blog con le sue creazioni che spaziano dalla creazioni di borsette fatte con fettuccia alla creazioni di oggetti con la creta.
In pratica e' nuovo di zecca www.labottegadiley.blogspot.com e giusto ieri ha messo un poco di foto in qualcosa che ha pronto in laboratorio.
Lavora soprattutto su ordinazione e quindi occorre prenotarsi per avere  le creazioni poiche parliamo di tutte cose fatte a mano..
Nella colonna a dx del mio sito trovate il collegamento al sito ma se cliccate su ogni foto andate direttamente da lei...











Il suo sito e' www.labottegadiely.blogspot.it  se vi piace come lavora e se vi serve qualche regalino contattatela..

Alessandra.......... Bon Appétit !!!
SHARE:

Atman - Igles Corelli


Era tempo che dovevo fare questa pubblicazione, ma per una serie di ragioni non ho avuto tempo , ma cambia poco perche' parliamo di uno dei Maestri del Cucina Italiana: Chef Igles Corelli e quindi non c'e' scadenza.
Chef Corelli ho avuto il piacere ma sopratutto la fortuna di conoscerlo quando ho fatto la scuola cucina di classe 2 al Gambero : parlo di fortuna perche' quando conosci certe persone che hanno fatto la cucina capisci che puoi apprendere tanto.
Ed cosi e' stato. La trasmissione e' finita ma per un po' insieme ad altri due matti conosciuti al Gambero siamo andati ad alcune manifestazioni dove Igles ci "frustava vivi"  ( scherzo) nelle preparazioi dei piatti.
Ricordo con piacere " Cene Galeotte a Volterra" ,  " Chef al Massimo a Monzuno " e "Wine Town a Firenze" manifestazioni durante le quali si lavori ma carpisci molti segreti, vedi piatti e quella e' uan grande scuola ed uan grandissima fortuna poterla fare : non per ultimo il fatto che alla fine conosci anche  una persona veramente disponibile e brava.
Ma senza essere troppo mielosa nel fare il profilo di  Igles , metto il pranzo consumato  con molto gusto insieme ad altri amici proprio all'Atman solo qualche mese prima che arrivasse la prima Stella..
Avro' portato bene? Il menu' e' sopra mentre i piatti subito qui sotto...






E' strano vedere un Maestro dietro un vetro che cucina per te  e tu li seduta che lo guardi, lui ti sorride e continua a lavorare: esperienza divertente anche perche' noi che ci siamo permessi di dare il voto ai suoi piatti ma d'altronde dopo questi anni c'e' anche la confidenza di scherzare con lui.

E per ultimo un buon caffè ... con il Maestro.


Alessandra........Bon Appétit !!!
SHARE:
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
pipdig