Ricette e Appunti di viaggio

Raviolini di Borragine Gambero Rosso di Anzio e Fagiolina del Trasimeno

Un piatto impegnativo? in realtà no anzi mi ha divertito molto la cosa e soprattutto mi sono piaciuti molto.
Il tutto nasce da un punto di vista dietetico. Volevo mangiare qualcosa di non carico di calorie ma assolutamente buono, sono andata da mio spacciatore sotto casa ed aveva la borragine  e insomma la colpa e' stata del fruttivendolo non la mia !!!
E poi la borragine ha tantissime proprieta' , alcune neppure le conoscevo come quella di favorire lo sviluppo del latte materno nelle puerpere.
Ma prima di parlare delle proprieta' della Borragine voglio mostrare il risulto.

Raviolini di Borragine Gambero Rosso di Anzio e Fagiolina del Trasimeno

ravioli borragine gamberi rossi e fagiolina del trasimento oresidio slowfood
Per circa 50 raviolini

Per la Pasta
2 Uova
200 gr Farina 00

Per  il ripieno
Borragine lessa 150 gr
Stracchino 120 gr
Parmigiano Reggiano 10 gr
noce moscata
Limone
pizzico di sale

Per sugo 
10 Gamberi Rossi di Anzio
olio evo
Rum

Iniziate con il preparare la pasta a mano.
Mettete la farina sul piano di lavoro formate una fontana e nel centro mette le uova.
Con una forchetta sbattete le uova e lentamente iniziate ad incorporare la farina prendendola  dai bordi. appena vedete che prende forma passate alle mani ed iniziate 
ad impastare.
Lavorare con i palmi delle mani per circa 10 minuti. Se volete facilitarvi un poco la vita aggiungete un cucchiaio di acqua tiepida all'impasto. Aiutera' a tirare fuori il glutine e quindi si impastera' piu' velocemente,
Quando e' pronta fatela riposare per 30 minuti sotto una ciotola.

Nel frattempo pulite la borragine: togliete le  foglie e pulite il fusto prendendo solo la parte piu' tenera. Lavare molto bene con l'acqua e poi cuocetele  per 5 minuti.
Scolatele e quando sono fredde tagliatele a pezzi piccoli con il coltello.
Mettele la borragione in una ciotola aggiungete lo stracchino, una gratta  generosa di limone, una di noce moscata, il parmigiano e pizzico di sale.
Mescolate il tutto per ottenere un composto omogeneo. Mettetelo in una sac a poche e ponetelo in frigo.

Prendete la Fagiolina sciaquatela sotto acqua corrente e  fatela bollire sino a cottura. Ci vorra circa 1 ora. Quando cotta scolatela aspettate che  si freddi e poi saltatela in padella senza olio.
(Volevo friggerla ma nons arebbe piu' stat dietetica!!)

Pulite i gamberi dal loro carapace e dal filo intestinale.Mettete da parte le teste che poi userete per il sugo.

Stendete la pasta dovrà essere fine perché cosi cuocerà in un minuto.
Quando e' pronta prendete il coppapasta e tagliate a disco la pasta. Riempitela con l'impasto di borragine pigiando bene il raviolino in maniera da far uscire l'eventuale aria dentro.

Mette l'acqua sul fuoco e quando bolle buttate dentro i ravioli.

Nel frattempo in padella mettete un filo di olio , fate scaldare e poi aggiungete le teste dei gamberi, fategli prendere calore e poi sfumate con del rum. Fate cuocere per 2 minuti e poi schiacciate le teste facendo uscire tutti i loro umori. Buttate le teste.
Scolate i ravioli, e saltateli in padella, aggiungete  i gamberi .
Impiattate  e sopra mettete la Fagiolina e fiori a decoro.

dettaglio gamebro rosso e ravioli di borragine


La borragine è molto ricca di vitamina-c che ha quindi un attività antiossidante e protettiva per l’ organismo.
Contiene molti fitoestrogeni che non sono dei veri estrogeni femminili come quelli del nostro organismo, ma hanno un‘ attività che stimola l‘ attività ormonale e la riequilibra, senza effetti collaterali conosciuti.
Poi, contiene tannini, potassio e calcio, mentre l’ olio estratto dai suoi semi è ricco di acidi grassi polinsaturi essenziali ed è molto ricercato sul mercato, anche per il fatto che la pianta si coltiva e si raccoglie facilmente.
E' considerata un buon tonico e rilassante per il sistema nervoso e un antidepressivo, già usata come tale dagli antichi romani che la mettevano nel vino per renderlo ancora più euforizzante e dai celti per eccitarsi prima di andare in battaglia.
 E’ un blando lassativo intestinale che non provoca infiammazioni. .
Aumenta la sudorazione, facilitando così l’ espulsione dall’ organismo delle tossine con conseguenti effetti depurativi.
 E’ utile nella cura sintomatica della tosse perchè agisce come calmante della tosse ed espettorante. Inoltre, preparando il the con le foglie di borragine e bevendolo caldo, si può far passare la febbre alta durante l’ influenza ed il raffreddore e ne aiuta la convalescenza.  
Per la pelle, è usata contro foruncoli ed eczema, sia con le foglie che con l’ olio. 
L’ olio tende ad abbassare la pressione sanguigna ed il tasso di colesterolo e stimola il sistema ormonale a cominciare dalle ghiandole surrenali che secernono l’ adrenalina, specialmente dopo trattamenti farmacologici che le deprimono.
E’ anche usato contro l’ artrite reumatoide ed è efficace contro le affezioni della pelle.


Alessandra......Bon Appétit !!!
SHARE:
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
pipdig