Marmellata di Fragole di Terracina

Per fragola si intendono i frutti (in realtà si tratta di un frutto aggregato) delle piante del genere Fragaria a cui appartengono molte specie differenti.
Comunemente con questo termine si intende la parte edule della pianta: anche se le fragole sono considerate dei frutti dal punto di vista nutrizionale, non lo sono dal punto di vista botanico: i frutti veri e propri sono i cosiddetti acheni ossia i semini gialli che si vedono sulla superficie della fragola. La fragola viene considerata come un frutto aggregato perché non è altro che il ricettacolo ingrossato di un'infiorescenza, posizionata di norma su un apposito stelo. La pianta, al di fuori del sistema riproduttivo, ha sistemi di moltiplicazione non sessuale, come lo stolone, ramificazione laterale radicante per mezzo della quale può produrre nuovi cespi che sono di fatto cloni dello stesso individuo vegetale.

In particolare le Fragole di Terracina ha una storia tutta particolare.

 Alla fine degli anni ’50, un’azienda Francese che produceva sementi, propose agli agricoltori della pianura Pontina di impiantare una nuova varietà di fragola: la Favette. Intenzione dell'azienda era diffondere la cultivar in tutto il mondo, ma qualcosa non ha funzionato.
Questo frutto dolcissimo riesce a trovare terreno favorevole solo nella pianura Pontina, in un'estensione di poco più di 100 ha, pertanto, l'azienda decise di non rinnovare il brevetto. Da allora, nella zona, la conservazione del seme avviene per opera degli stessi agricoltori che mandano a fioritura le piantine.
Il prodotto deriva esclusivamente dall'impiego di una varietà di origine francese, "Favette", introdotta nel territorio in esame circa 50 anni fa e ancora oggi presente, grazie alle favorevoli condizioni ambientali che le hanno consentito di attecchire esclusivamente in questa zona.
Questo prodotto è coltivato a livello mondiale solo nell’Agro Pontino.
La Fragola Favette di Terracina presenta una forma tonda-circolare, colore rosso intenso, un sapore molto più dolce ed un profumo più intenso rispetto alle altre varietà.

Marmellata di Fragole

500 gr di Fragole di Terracina
300 gr di zucchero aromatizzato alla vaniglia
1/2 mela
1  limone

Pulite per bene le fragole togliendo il loro picciolo.
Tagliatele a meta in una ciotola ed uniteci, le mela tagliata a pezzettini, lo zucchero ed il succo del limone e lasciate macerare per una notte intera o 8 ore.
Dopo le 8 ore mettete in una pentola e fate andare a fuoco basso per circa 40/50 minuti.
a meta' cottura passate il pimer ad immersione cosi da ottenere una perfetta marmellata senza pezzi, ma se la volete con i prezzi basta non frullare.
Schiumate durante la cottura e per vedere se la marmellata e' pronta fate la solita prova piattino. versate una goccia della marmellata su un piatto inclinato e deve  restare  compatta e non  deve sbavare. A questo punto, versate subito la marmellata nei vasi precedentemente sterilizzai, riempiteli, chiudeteli e capovolgeteli per far formare il sottovuoto.
A confettura  fredda  mettere i vasi in un luogo fresco e buio.

ricetta marmelata di fragole di terracina
Nota della Cuoca
Volendo potete sostiture lo zucchero semolato con quello di canna, acquistera' un sapore ancora piu' profumato.
La mela e' stata aggiunta perchè aiuta la non fermentazione.

Alessandra..........Bon Appétit  !!!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...