Busiate con Stocco, pomodorini confit e cipolla rossa

Un ricordo della bella Sicilia sono sicuramente i dolci e le paste.
In questo caso siamo a Trapani dove troviamo le busiate, una sorte di maccheroni fatti in casa, attorcigliati con un ramo di busoche è il fusto dell'ampelodesmo. Tradizionalmente veniva consumata condita con salsa di pomodoro fresco locale, il cosiddetto pizzutello, accompagnata di melanzane o zucchine fritte, o anche pesce fritto.
In questa versione ve la propongo con lo stocco altro elemento a me caro


Busiate con Stocco, pomodorini confit e cipolla rossa

Busiate con stocco pomodorini confit e cipolla rossa di cuoca a tempo perso

Per 4 persone

320 gr Busiate di Trapani
400 gr di stocco ammollato
300 gr di pomodorini ciliegini
Cipolla rossa
1 Spicchio di aglio
Olio extra vergine di oliva
Sale
Zucchero
Pepe
Origano
Prezzemolo
Pecorino grattugiato   q.b.

Iniziate con pulire i pomodorini sotto l’acqua. Asciugateli tagliateli a metà e poneteli in una teglia rivestita di carta forno con l’apertura verso l’alto. Distribuite sopra un filo di olio evo, sale pepe, zucchero un pizzico e origano.
Mettete in forno a 60° e cuocete per circa 1 ora e trenta minuti.
Pulite il vostro stocco togliendo le lische e la parte della pelle.
Mettete in padella un filo di olio evo con 1 spicchio di aglio in camicia e un due, tre fettine di cipolla rossa tagliate a metà. Fate appassire. Alzate il fuoco e aggiungete lo stocco dalla parte della schiena e fate cuocere per pochi secondi. Giratelo e abbassate il fuoco. Aggiungete i pomodorini confit in forno con il loro olio e fate cuocere per circa 10 minuti, che è il tempo di cottura delle Busiate. Mentre cuoce lo stocco sfaldatelo con una punta di un cucchiaio.
Versate le Busiate al dente in padella insieme al vostro sugo ed aggiungete 2 mestoli di acqua per terminare la cottura.
A cottura ultimate spegnete il fuoco e mantecate con il pecorino grattugiato.  Disponete nel piatto e decorate con prezzemolo tritato e filo di olio a crudo.

 Nota della cuoca
“La migliore qualità di stocco è considerata la “Ragno” che proviene dalle Isole Lofoten in Norvegia”

2 commenti:

Günther ha detto...

un tipo di pasta che non conoscevo assolutamente, molto interessante il modo in cui l'hai condita

Alessandra Ruggeri ha detto...

grazie Gunther .. Abbinamento merita

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...