Panzanella Tiepida di Ale

panzanella tiepida pane pomodoro aceto cipolla rossa sedano olio evo alessandra ruggeri cuoca a tempo perso

La ricetta originale prevede pane raffermo, cipolla rossa, basilico, il tutto condito con olio, aceto e sale. In Toscana e in Umbria il pane viene lasciato a bagno in acqua e poi strizzato fino a sbriciolarlo e spezzettarlo per mescolarlo agli altri ingredienti; nelle Marche le fette di pane raffermo vengono bagnate ma non sbriciolate e gli altri ingredienti posti sopra come si trattasse di una bruschetta.
Nel tempo sono state introdotte alcune aggiunte, alcune delle quali, ormai riconosciute come canoniche, come il pomodoro crudo a pezzi e il cetriolo, altre più legate all'estro del cuoco, ad esempio olive speziate, uova sode a rotelle (si usano come guarnizione) e talvolta tonno.

C'è da dire che la ricetta si presenta in molte varianti con aggiunte e sostituzioni di vario tipo: carote, finocchi, mais, sedano, peperoni a crudo, würstel, mozzarella, formaggi di vario tipo, sottolio, sottaceti, fagioli borlotti oltre che spezie a scelta per dare sapore, come origano, basilico, erba cipollina etc.
In Toscana questo piatto è diffusissimo fino a Lucca, Viareggio e Bagni di Lucca, mentre in Lunigiana, Versilia e Garfagnana, come scoperto dagli studiosi dell'Università di Firenze che redassero l'Atlante Lessicale Toscano, è un piatto non tradizionale, tipico dei "villeggianti". A partire da Camaiore e Pescaglia "panzanella" significa pasta di pane fritta in olio bollente, l'equivalente di sgabeo. Da un punto di vista gastronomico queste zone, infatti, sono molto più affini alla Liguria che non alla Toscana.

Il piatto risulta molto fresco; secondo alcuni è consigliabile addirittura riporlo qualche minuto in frigorifero, prima di servirlo, al livello e a temperatura uguale a quella dove viene riposta la verdura fresca.
Consumato preferibilmente in estate, anche perché è il periodo in cui si trovano con facilità le verdure di cui è composto, rappresenta un buon piatto unico.
(Fonte  Wikipedia)

Panzanella Tiepida di Ale


 1/2 kg Pane raffermo
Aceto
1/2 kg Pomodorini pachino
1/2 lt Salsa di pomodoro  fatta con 1/2 kg di pomodori maturi
Sedano  solo il cuore   1 - 2 pezzi
Olio extra vergine di Oliva
200 gr Olive a rondelle
Sale e Pepe
Basilico tritato
Prezzemolo  tritato
cipolla rossa

Fate una salsa di pomodoro fresco facendo bollire cuocere in una casseruola 1/2 kg di pomodori maturi con 1/2 cipolla sale e olio. Quando il pomodoro ha bollito per circa 20 minuti e si e' rotto  frullatelo con un mixer ad immersione.  Fate freddare.

Ammollate il pane raffermo e strizzatelo sbriciolando, conditelo con aceto ( a gusto più' o meno forte) sale, pepe e olio extra vergine di oliva.

Aggiungete la salsa di pomodoro  , i pomodorini pachino tagliati a pezzetti, la cipolla, le olive e tutto il resto degli ingredienti e mischiate bene.

Se l'impasto risulta troppo morbido aggiungete 1-2 manciate di pan grattato.

Con l'aiuto di un coppa pasta formate il tortino di panzanella, che passerete in forno già caldo a 180°  per circa 5-7 minuti diciamo il tempo di formare una leggera crosticina croccante.

Servire tiepida con un filo di olio.

panzanella tiepida pane pomodoro aceto cipolla rossa sedano olio evo alessandra ruggeri cuoca a tempo perso basilico e olive



Nota della Cuoca

"A chi piace potete mettere del peperoncino fresco nell'impasto per dare maggiore sprint  "


Alessandra......Bon Appétit  !!!
Posta un commento
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...