Pere al Vino Rosso

Le pere al vino rosso sono un dessert al cucchiaio molto delicato e dal sapore intenso perfetto per una bella cena formale con le spezie diventa particolarmente  presente sulle tavole delle feste di Natale.
Particolarmente indicato nei periodi freddi del calendario

Pere al Vino Rosso


pere al vino rosso cannella e clementini  alessandra ruggeri


6 Pere kaiser
1/2 lt Vino rosso
300 gr di zucchero di canna
200 ml di acqua
2-3 stecche di cannella
2 Clementini


Eliminate la buccia alle pere con l'aiuto di un pelapatate senza togliere il picciolo e tenetele da parte.

Versate il vino rosso, lo zucchero, l'acqua, le stecche di cannella ed il succo e la buccia dei due clementini in una casseruola e portate lentamente a bollore.
Aggiungete le pere ed abbastate il fuoco portando a cottura le pere girandole di tanto in tanto in modo che prendano bene il sapore del liquido.


pere al vino rosso cannella e clementini alessandra ruggeri


Nota della Cuoca

"Ho usato le pere Kaiser perché sono inconfondibili data la loro buccia di color tabacco e una spiccata ruvidità al tatto. La polpa è biancastra e granulosa e acquista una dolcezza eccezionale a maturazione inoltrata.Il frutto, se consumato più acerbo risulta invece granuloso e più sodo rispetto alle altre pere, di conseguenza la Kaiser è forse la pera più “versatile” in cucina. 
In questa ricette se Volete accentuare il profumo delle spezie potete aggiungere chiodi di garofano, pepe di sichuan, e cardamomo."



Alessandra...........Bon Appétit !!!
SHARE:

Polpette di pane e cicoria

Le polpette di pane e cicoria sono un recente must  della cucina di riciclo: parliamo di reinventare con semplicità, rimpastare due ingredienti presenti nelle nostre case il pane e la cicoria.
Quindi se avete pane in esubero e della cicoria potete cimentarvi in questo delizioso antipasto.

Polpette di Pane e Cicoria


Polpette pane e cicoria ALESSANDRA RUGGERI


1/2 Kg di Pane - filone salato
1/2  Kg di cicoria lessata e strizzata
Pangrattato qb
Sale 
Olio
Peperoncino


Normalmente le faccio con filone di pane ma può' essere indicata anche la baguette o pane sciato ma anche la rosetta.
L'importante nella realizzazione di questo piatto salata e' di avere un rapporto di 1 :1 . Un chilo di pane un chilo di cicoria.

Mettete in ammollo il pane , e fatelo ammollare molto molto bene.
Quando sarà' pronto, scolatelo nello scolapasta e strizzatelo facendo uscire fuori l'acqua.
Prendete la vostra cicoria tagliatela con il coltello a pezzettini e poi ripassatela con olio, aglio sale e peperoncino . Dovrà avere un poco di carattere con il peperoncino. 
Una volta ripassata mettetela da parte.
Nella stessa  casseruola mettete olio, aglio e fate dorare aggiungete poi il peperoncino (giusto un pizzico) e poi il pane strizzato. Salate e  fatelo cuocere anzi per esattezza dovrà' asciugare.
Quando il pane sarà stato ripassato e quindi insaporito aggiungete la cicoria e ripassateli insieme.
Mischiate bene.
Il composto sarà pronto quando avrà' assolto un verde compatto e l'impasto si stacca bene dal fondo, formando una leggera pellicola di attaccatura che sta a significare che si e' tirato via l'umidità.
Togliete dal fuoco ed aggiungete 2 -3 cucchiai di pan grattato. mischiate bene.
Fate freddare e poi formate le polpette di circa 7-8 cm di diametro .
Mettete le polpette su una placca foderata di carta forno e infornate a 220 °  ventilato per circa 5 minuti giusto il tempo di far fare la crosticina esterna.

polpette di pane e cicoria cuocaatempoperso alessandra ruggeri

Nota della cuoca

" Le polpette posso anche essere  arricchite mettendo nel centro un poco di mozzarella o il formaggio che preferite voi e se volete potete preparate fritte: in questo caso una volta pronte ripassatele nel pangrattato e poi friggetele "
SHARE:

Samosa Vegetale

Lsamosa è un popolare antipasto e snack indiano diffuso in tutta l'Asia centro-meridionale e che da lì si è diffuso tutto intorno all'Oceano Indiano
Consiste generalmente in un guscio triangolare (a volte anche semilunare o tetraedrico) dpasta di farina (maida), fritto o al forno, farcito principalmente con patate ma anche con cipollepisellilenticchieformaggiocarne di manzo o pollo e varie spezie locali come peperoncino o coriandolo. Le dimensioni e la consistenza del ripieno variano a seconda della cultura o del paese dove la samosa viene preparata, anche se generalmente si tratta appunto di un triangolo non più grande di dieci centimetri. La samosa è spesso accompagnata con chutney di tamarindo o cagliata.


Samosa Vegetale

samosa vegetale alessandra ruggeri

1 confezione di pasta fillo già pronta
160 g di piselli
4 patate lessate
1 peperoncino verde fresco piccante
1 cipolla
4 cucchiai di olio
3 cucchiai di prezzemolo
1 cucchiaio di zenzero fresco grattugiato
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di coriandolo in polvere
1 cucchiaino di cumino in polvere
1 pizzico di peperoncino rosso in polvere
1 cucchiaino di garam masala
2 cucchiai di succo di limone
olio di semi di arachide per friggere


Affettate la cipolla e fatela imbiondire in poco olio. Aggiungete lo zenzero, il peperoncino verde tritato, i piselli, il prezzemolo e circa 5 cucchiai di acqua.

Coprite col coperchio e fate cuocere a fuoco medio per 10 minuti.
Unite anche le patate tagliate a pezzetti, le spezie, il succo di limone, salate, mescolate bene e fate cuocere ancora per 5 minuti.
Spegnete e lasciate raffreddare.
Spennellare il piano di lavoro con l’olio, adagiarvi unfoglio di pasta fillo, spennellare anche il foglio di pasta fillo , aggiungerne un secondo, spennellare anche quello e tagliare longitudinalmente, in 5 strisce da circa 8 cm con un coltello affilato e disporre all’inizio di ogni striscia un cucchiaio o due dell’impasto. 
Cominciare ad arrotolare i triangoli spennellandoli se occorrecon poco olio e badando che il ripieno non fuoriesca.
Proseguire con tutta la pasta fillo disponibile. Mentre preparare i samosa fate scaldare abbondante olio.

Immergetevi i fagotti in un solo strato e fateli dorare a fuoco medio da entrambi i lati.
Serviteli ancora caldi.


samosa vegetale alessandra ruggeri


Nota della Cuoca
" Le samosa posso essere cotte anche in forno a circa 180 ° sino a doratura croccante "


Alessandra............. Bon Appétit !!!
SHARE:
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
pipdig